RandoFreccia

“Credo nelle pedalate di Mazzucchelli
e nei riff di Keith Richards
Credo al doppio suono di campanello del ciclista alle tue spalle
che vuole superarti a ogni metro d’asfalto.
Credo che la voglia di scappare da un paese con ventimila abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso,
e da te stesso non ci scappi nemmeno se sei Eddie Merckx
Credo che per pedalare, certi momenti, ti serva molta energia”.

E’ più o meno con queste parole che una sera mi sono avvicinato al microfono e ho iniziato a parlare sulle frequenze di RandoFreccia: una radio libera, un posto virtuale, un luogo immaginario dove storie di rando e note di rock si legano insieme dando vita a un’istantanea, un pensiero, un’avventura.
A tenervi compagnia ci sarò io: Ivan e forse lì c’è qualcuno che non dorme, o che pedala o che, più semplicemente, ha voglia di leggere, riconoscendo sé stesso in questi racconti.

A cura di: Ivan Folli