LA FILOSOFIA DEL CALENDARIO

A cura di Marina Dionisi

Settembre è il mese in cui gli organizzatori di randonnée pianificano la stagione successiva.

La parte più nobile del calendario è costituita dai Brevetti ACP, ossia quelli riconosciuti dall’Audax Club Parisien. Essi hanno un valore particolare nell’anno della Parigi Brest Parigi perché assumono il ruolo di qualifica per la madre di tutte le randonnée. Tutti sappiamo, infatti, che per potersi iscrivere alla PBP occorre portare a termine, in quell’anno, i 4 brevetti ACP canonici: 200, 300, 400 e 600 km.

Anche nell’anno precedente, tuttavia, i brevetti ACP hanno una certa importanza per il meccanismo delle PRE-qualifiche. Essi permettono di avere una via preferenziale nella prenotazione delle iscrizioni stesse. Salvo novità della prossima edizione, a partire da gennaio 2023, sarà possibile prenotare l’iscrizione alla PBP per chi, nell’anno precedente, ha effettuato una “over 1.200”. Quindici giorni dopo, si aprirà una finestra di prenotazione per chi,nel 2022, ha fatto una 600km.  Dopo altri quindici giorni, si aprirà la finestra di prenotazione per i brevettati dell’anno prima in una 400km; e così via fino ad esaurimento posti.

L’ACP ci chiede di inviare il nostro calendario di brevetti entro i primi giorni di ottobre. Ecco perché, il mese di settembre ha un ruolo strategico nella composizione del calendario. Poi avremo tempo fino a natale per inserire in calendario tutte le altre prove: brevetti BRI, off road, bike packing eccetera. Da gennaio in poi, il calendario non si tocca più, se non per comprovate esigenze. Nell’ultimo biennio, l’abbiamo rimaneggiato in continuazione solo perché le restrizioni covid ce lo hanno imposto, ma si auspica che la situazione torni alla normalità e le variazioni di calendario saranno solo eccezioni.

Negli ultimi anni, il numero delle manifestazioni si è moltiplicato e pianificare un calendario senza sovrapposizioni è diventato sempre più difficile. Per questo motivo, quest’anno Ari ha creato una linea guida finalizzata a comporre la sequenza di eventi dando priorità ad alcuni appuntamenti. E’ stato chiamato “Criterio di composizione del Calendario” ed è organizzato a piramide: nella parte più alta si trovano i nostri appuntamenti istituzionali: l’apertura della stagione, il Raduno della Nazionale e il Meeting di Autunno.

Subito sotto, abbiamo le prove dell’Italia del Gran Tour (IGT) ed eventualmente le altre prove con chilometraggi di 1.000 km o oltre. E’ stato stabilito che non possono esserci più di 3 prove all’anno di questo taglio, che devono essere distanziate di almeno 30 giorni e che devono avere una cadenza di 2 o 4 anni.

A questo punto, vengono privilegiate le randonnée da 600 e 400 km, le cosiddette “notturne”, ossia quelle che implicano almeno una notte all’interno del loro svolgimento. Due prove da 400 o da 600Km non possono svolgersi nella stessa macroregione o in una limitrofa nello stesso weekend. In altre parole, non possono esserci 2 randonnée notturne nella stessa macroregione o su 2 macroregioni confinanti, negli stessi giorni. In caso di sovrapposizione di data per un evento che preveda una prova sulla stessa distanza, si da priorità di inserimento alla ASD che vanta la migliore “fedeltà”, misurata in anni continuativi di iscrizione all’Ari.

A conclusione delle ASD, già nostre associate, potranno le nuove ASD inserire le loro prove pari a queste distanze. Successivamente si procede ad inserire le rando da 200 e 300 km tendendo ad evitare la sovrapposizione nella stessa macroarea. In questo caso, si possono fare eccezioni valutando caso per caso in collaborazione con il capoarea: si deve rispettare l’adeguato distanziamento anche all’interno della macroarea e la consapevolezza della sovrapposizione con gli organizzatori interessati.

In caso di sovrapposizione con altre manifestazioni dello stesso genere, verrà agevolata la ASD che non ha ancora inserito alcuna manifestazione in calendario. In altre parole, qualora una ASD avesse già collocato una o più prove di lunghezza superiore, dovrà cedere il passo alla ASD che non ha ancora beneficiato dell’inserimento in calendario. Come per le prove di cui sopra, successivamente all’inserimento delle ASD, già nostre associate, potranno le nuove ASD inserire le loro prove pari a queste distanze.

Infine si possono collocare le randonnée promozionali (ciclo pedalate).

Questo criterio esprime il modo di pensare della nostra associazione, che tende a privilegiare le randonnée di lunga distanza e i soci fedeli al nostro gruppo. Ci sono soci, infatti, che credono al nostro movimento e lo sostengono da anni. Ari è molto gelosa di questi amici e vorrebbe tutelarli al meglio, più che altre asd che utilizzano Ari come mero veicolo pubblicitario.

Con il criterio di cui sopra, intendiamo riconoscere alle “nostre fidelizzate” ASD la nostra gratitudine nell’aver creduto, insieme a noi, ad un ciclismo diverso dando priorità a quelli che sono i veri valori, quali l’amicizia, la solidarietà, il rispetto verso gli altri, dati da un pedalare senza fretta. A loro il nostro grazie per essersi unite a noi in questa “causa”, perché solo insieme si fanno grandi cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...