ALL’INSEGUIMENTO DEL TRICOLORE – PARTE 2

A cura di Ivan Folli

Mentre i randagi fanno ritorno alle proprie dimore, dopo lo spettacolare raduno “Freccia Tricolore” a San Gimignano e, pur rimanendo in in sospeso alcune omologazioni, facciamo il punto sulle tre classifiche del Campionato ARI.

Purtroppo c’è stata qualche polemica e contestazione riguardo i brevetti. Bisogna considerare che la modalità Random è una novità di questa stagione, grazie alla quale buona parte delle prove e il campionato stesso si sono potute disputare. Era prevedibile ci potesse essere qualche lacuna nel regolamento o nell’interpretazione dello stesso da parte di organizzatori e partecipanti; questo non vuol dire però che la modalità random sia da condannare, anzi potrebbe aprire le porte a una partecipazione più numerosa, grazie alla maggior finestra di tempo disponibile per la partenza.
Si potrebbe anche ipotizzare un “misto” tra modalità random e classica. Vedremo.
Vero è che le regole devono essere chiare e soprattutto valere per tutti, ma credo che ARI sia sempre andata in questa direzione.
Poi qualche polemica ci sarà sempre, come è ovvio che sia, l’importante è che sia costruttiva e volta al miglioramento del movimento stesso, dove la sana sportività non dovrebbe mai venire meno.

Come sempre, per galanteria, cominciamo dai “caschetti rosa”.

Vi avevamo lasciati l’ultima volta con Antonella Gigantiello (TEAM BIKE 2000 BOLOGNA) lanciata alla conquista del campionato femminile. Beh, che ci crediate o no, è cambiato un po’ tutto: Rosanna Idini (UNIONE SPORTIVA BORMIESE) con un allungo incisivo ha sgranato il gruppo e preso il comando della graduatoria con 3200 punti e in attesa di un paio di omologazioni.

Solo Arianna Marchesini (DELTA CYCLING CLUB), attualmente in seconda piazza, sembra aver retto lo scatto di Rosanna, posizionandosi saldamente in seconda posizione. Serrata invece la lotta per il gradino più basso del podio dove, nel giro di 700 punti, troviamo ben 8 atlete.

Determinante sarà, senza ombra di dubbio, la seconda parte di stagione che, salvo imprevisti, sarà ricca di eventi dove poter macinare punti e chilometri.

CLASSIFICA DONNE

Se nella classifica donne tutto è stato stravolto, stessa cosa non si può dire della competizione maschile. Vi avevamo lasciati con Gennaro Laudando (VELOCLUB VENTOCONTRARIO) al comando, Donato Agostini (POLISPORTIVA CASELLINA) in seconda posizione e Luigi Cirillo (GENOVA 1913) in terza. Poco o nulla è cambiato dato che i 3 randagi continuano a darsele a suon di chilometri col risultato che, a oggi, si sono invertite la seconda e la terza posizione dove Luigi Cirillo ha scalzato Donato Agostini. In ogni caso i tre al comando non possono dormire microsonni tranquilli perché alle loro spalle Salvatore D’Aiello (VELOCLUB VENTOCONTRARIO) è pronto ad approfittare di una qualsiasi pedalata a vuoto. Dietro di loro la classifica è serrata con 7 atleti racchiusi in appena 600 chilometri. Lo spazio di una randonnée. Insomma vietato abbassare la guardia se non si vuole essere risucchiati dal gruppo!

CLASSIFICA UOMINI

Nella classifica per società gli Iron Bikers con la bellezza di 33000 punti totalizzati sono lanciatissimi alla conquista della manifestazione. Senza respiro invece la lotta tra Randagi Campani e Normanni Team, separati da soli 700 punti. Le altre società sembrano invece più staccate e costrette ad accontentarsi di una piazza di prestigio tra le prime dieci, ma non dobbiamo dimenticare che la classifica a squadre è forse la più imprevedibile di tutte, dato che è facile recuperare migliaia di punti in un sol boccone.

CLASSIFICA SQUADRE

Insomma i mesi di settembre e ottobre, che oggi sembrano ancora così distanti mentre pedaliamo sotto il solleone alla disperata ricerca di una fontanella, si prospettano ricchi di sorprese e determinanti per dare il meglio di sé in uno dei tre campionati. Senza dimenticare gli eventi che si potranno ancora disputare tra fine luglio e inizio agosto.
Nel mentre ci prepariamo a gustarci la 1001miglia che, anche se non vale per il campionato e non sarà trasmessa in TV come il Giro o il Tour, ci appassionerà comunque!


Buone Pedalate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...